Numero Verde 800912326

A seguito della notizia sull’afasia che ha colpito l’attore Bruce Willis si sono diffuse informazioni non sempre corrette su che cosa sia l’afasia e quali possano essere le sue conseguenze. Non ci è noto che cosa abbia determinato l’afasia di Bruce Willis e, in particolare, se si tratti di una forma acuta (ad es. esito di un ictus) o di una forma degenerativa (afasia primaria progressiva). Si tratta di due situazioni completamente diverse: l'afasia di per sé implica solamente difficoltà nell’uso del linguaggio verbale e le abilità cognitive diverse dal linguaggio sono conservate. Invece, nell’afasia primaria progressiva, vengono in genere coinvolte anche altre abilità cognitive. Questo determina differenze anche nelle possibilità di recupero, oltre che nella prosecuzione o ripresa delle normali attività.

Dato che le informazioni che stanno comparendo su alcuni giornali possono essere fuorvianti, chi fosse interessato ad avere informazioni corrette sull’afasia, sulle sue possibili cause e sulle possibilità di recupero/reinserimento può cercarle sul sito di A.IT.A. Federazione - Associazioni Italiane Afasici e, in particolare, può leggere l’articolo informativo pubblicato in collaborazione con A.I.TA. sul quotidiano

La Repubblica

Il nostro Presidente, Prof. Domenico Passafiume, spiega cos’e` l’afasia. Racconta una realtà molto diffusa ma di cui si parla ancora poco.

Leggi l’intervista di Mirco Roncoroni pubblicata su babbel

Fare una chiacchierata con un amico; scrivere una cartolina; leggere il giornale.
E' facile. Lo facciamo tutti i giorni, senza nessuno sforzo, quasi senza rendercene conto. Eppure, per le persone afasiche queste semplicissime attività a volte sono impossibili, o sono possibili solo con gran fatica.
Gli afasici soffrono di disturbi del linguaggio causati da lesioni cerebrali (trombosi, emorragie, traumi cranici, tumori, encefaliti). Queste lesioni non alterano la loro intelligenza, o la loro capacità di provare sentimenti come chiunque altro. Esse impediscono però di utilizzare normalmente il linguaggio nelle attività comunicative di tutti i giorni.

I disturbi afasici assumono forme diverse. In alcune persone, le parole diventano… Leggi >>

Su La Repubblica si parla di Afasia e di A.IT.A.

Leggi l'articolo "Imparare a conoscere e a capire l'afasia".

Per chi volesse sostenere la nostra attivita` e fare una donazione, l'IBAN e`: IT54Y0311141330000000002554.